DORN (Thorn, Thurisaz)

Come leggere le Rune

La terza lettera dell’alfabetico runico è Dorn (Thorn o Thurisaz), dalla particolare forma triangolare.
I popoli germanici, inglesi e nordici davano una diversa interpretazione al nome, che variava da Gigante, a Buono, a Spina. Ma qualunque sia il nome attribuito, Dorn ha il significato di forza e difesa, richiamandosi alle spine dei rovi e al mitico, possente gigante Thurs.

Dorn è la runa consacrata a Thor, dio del tuono e rappresenta l’arma sacra al dio, il martello, che con la sua forza afferma il potere e impone l’ordine.
La spina sprotegge la pianta dagli attacchi umani e animali. Quando la runa Dorn è dritta, la spina è rivolta verso destra e rappresenta un’azione difensiva diretta e ponderata. Mentre al contrario, con la spina rivolta verso sinistra, simboleggia passività e incertezza. E’ segno di mancanza di coraggio e determinazione. Dorn parla del riacutizzarsi di ferite che si credevano guarite.


Feo esprime la forza dalle mandrie e dagli animali domestici, Ur la forza primordiale degli animali selvatici. La forza di Dorn si manifesta in modo diverso, ma non meno potente.
Il nome della Runa si riferisce ai rovi più diffusi nel nord Europa, mora, pruno spinoso e biancospino. Presso le popolazioni di quell’area, questi cespugli spinosi erano considerati sacri e venivano usati come recinzione dei luoghi consacrati al culto.
In alcune zone dell’Inghilterra sono ancora visibili antichi recinti di spine che circondato boschetti o luoghi considerati. I rovi avevano il compito di proteggere il luogo sacro dagli animali, ma anche dagli spiriti malvagi, preservando lo spirito buono dai pericoli esterni.

Prima dello svilupparsi di moderne tecniche di coltivazione, i rovi venivano piantati per circondare i campi, proteggendoli dagli animali al pascolo.
La forma di Dorn, richiama quella dell’isola di Thorney, sul Tamigi. Su quel lembo di terra sassoso e impervio, considerato fin dall’antichità un luogo magico a causa degli innumerevoli fenomeni sovrannaturali che vi si verificavano, sorgono oggi il Palazzo del Parlamento e l’Abbazia di Westminster.
Secondo le tradizioni pagane, il triangolo rappresentava l’unione delle tre diverse forme di vita: umana, animale, vegetale.
Dorn sprigiona una potente aura magica in grado di contrastare i piani dei nemici e respingere al mittente le energie e gli influssi maligni.

Dorn è la Runa del raccolto e segna il periodo compreso tra il 29 Luglio e il 13 Agosto.
Quando durante la divinazione la Runa Dorn compare dritta, presagisce buona sorte e protezione nelle imprese. Può rivelare al consultante un’improvvisa e inattesa serie di colpi di fortuna, derivati dal fatto di trovarsi al posto giusto, nel momento giusto. In combinazione con le tre Rune magiche Eoh, Eiwaz o Yr preannuncerà buone notizie. Segnalerà anche la necessità di prendere decisioni importanti.

A differenza di altre Rune, il significato di Dorn rovesciata non si discosta molto dal significato della Runa dritta, benché imputi più alla fortuna che all’azione consapevole, la buona riuscita delle iniziative intraprese.

Se invece, appare insieme ad Hagal, Not o Is – le Rune della coercizione e degli obblighi – Dorn può indicare che per poter procedere sul suo cammino, il consultante sarà costretto ad affrontare blocchi e forze avverse.
Dorn ci invita a proteggerci. A non dare fondo alla nostre risorse e di non sfidare gli eventi, in quanto le possibilità di successo sono decisamente limitate.
Se si consultano le Rune relativamente al lavoro e alla carriera, questa combinazione di Rune indica al consultante che si troverà ad affrontare difficoltà al momento insormontabili.

Quando appare insieme a Ritla Runa del movimento – mette in guardia contro un esito disastroso delle imprese del consultante, che si potrà evitare solo grazie a un cambio di rotta nel modo di agire.
Dorn avverte che il cambiamento dev’essere drastico e immediato e suggerisce di avvalersi di esperti, prima di prendere decisioni.

Posted in:

Elasar

Maestro Wiccan e Sciamano di 3° livello

Elasar

Ciao! Mi chiamo Elasar e ti do il benvenuto nel forum che ho creato per unire tutte le persone che credono nella magia e nell’amore… o se preferite nella magia dell’amore in quanto l’amore è magia! Credo fermamente che ciò che oggi venga definito “magia” altro non sia che un modo per attribuire significato a ciò che non si comprende ma esiste realizzando a volte desideri. In fondo non c’è niente di così astratto nella magia, basti pensare a tutte le energie che non si possono vedere ma esistono.

Visita il mio nuovo sito legamenti d’amore
Credo nella mia sensitività, ho dedicato e dedico tutt’ora la mia vita, alla dottrina, anzi alla filosofia degli Sciamani e degli Wiccan unici eredi saggi delle conoscenze di tutte le energie della natura. Amo affrontare le questioni di cuore delle persone senza precludere alcuna opzione, sia questa di natura terrena che esoterica, perché in fondo l’amore è la più misteriosa delle magie!